Ambulatorio Veterinario Villa Mafalda

Ambulatorio Veterinario Villa Mafalda
Dir. San. Dott.sa Marta Sanga

Sabato 15 Dicembre 2018

FUS - Sindrome Urologica Felina

Considerazioni generali

Con il termine di “sindrome urologica felina” (FUS) si indica una condizione caratterizzata da ematuria (sangue nelle urine) e disuria (difficoltà nella minzione) e non causata da infezioni batteriche, uroliti o neoplasie; è, in altri termini, una forma comune di cistite ed uretrite ad eziologia sconosciuta. La stessa condizione viene anche comunemente indicata con il nome di “affezione delle basse vie urinarie del gatto” (FLUTD). Si osserva spesso una cristalluria (minuscole concrezioni solide), quasi sempre di struvite (“triplo fosfato”). Se a questo materiale cristallino si associa una gran quantità di materiale mucoide, si formano dei tappi che si possono arrestare nel tratto distale dell'uretra, il cui diametro diminuisce progressivamente, determinandone l'ostruzione. Se il flusso urinario non viene ripristinato entro 24 ore, i gatti colpiti possono morire. La malattia colpisce animali di entrambi i sessi, anche se è estremamente improbabile che si verifichi un'ostruzione uretrale nelle femmine.

Segni clinici

I gatti colpiti emettono frequentemente piccole quantità di urina, spesso fuori dalla cassetta; è comune il riscontro di sangue rosso vivo. I gatti maschi si leccano comunemente il pene. Gli animali con ostruzione uretrale mostrano dolore addominale e tentano di opporsi alla palpazione; quest'ultima rivela una vescica grande e dura. Col passare de tempo, questi gatti diventano disidratati e molto depressi.

Esami di laboratorio

I riscontri più comuni ottenuti mediante esame delle urine sono rappresentati da ematuria, cristalluria e pH alcalino. In rari casi sono presenti batteri e piuria (materiale purulento nell'urina). I cristalli sono tipicamente di struvite; sono anche comuni i cristalli di ossalato di calcio, soprattutto nei soggetti di età superiore ad 8 anni.
Mediante analisi del sangue, nei gatti colpiti da ostruzione uretrale, si possono rilevare iperkaliemia (aumento di potassio nel sangue), iperazotemia (aumento di azoto ureico nel sangue), ipercreatininemia (aumento di creatinina nel sangue) ed acidosi metabolica. Quando la durata dell'ostruzione uretrale è superiore a 24-36 ore, si riscontrano alterazioni dell'elettrocardiogramma compatibili con la presenza di un'iperkaliemia.

Trattamento

Possono essere utilizzati antispastici, che determinano un sollievo sintomatico, o antiinfiammatori per alleviare la disuria. La maggior parte dei gatti presenta una remissione spontanea entro 7 giorni.
La cateterizzazione va tentata non appena possibile seguita da irrigazione vescicale con soluzione isotonica sterile, che contribuisce ad eliminare i cristalli. E' utile effettuare una fluidoterapia endovenosa con una soluzione elettrolitica bilanciata alcalinizzante, come il Ringer lattato; la somministrazione dei liquidi deve continuare per 24-48 ore in modo da evitare le recidive della disidratazione. Gli antibiotici sono consigliati in caso di presenza di cistite batterica.
La cistocentesi può alleviare la pressione intravescicale rendendo più facile l'esecuzione della cateterizzazione.
L'uretrostomia perineale è un intervento chirurgico che comporta l'asportazione del pene e del primo tratto dell'uretra; l'uretra viene collegata mediante uno stoma direttamente con l'ambiente esterno. E' indicata nei casi in cui non è possibile effettuare la cateterizzazione dopo la cistocentesi o se si verificano ripetute ostruzioni. Poiché i gatti sottoposti a questo intervento sono poi predisposti alla cistite batterica ed alla formazione di uroliti, l'uretrostomia perineale non deve essere considerata una soluzione di prima scelta.

Prognosi

La cristalluria da struvite è molto più comune nei gatti giovani, mentre quella da ossalati di calcio è molto più frequente in quelli anziani. La prognosi per i gatti senza ostruzione è buona, anche senza terapia. In quelli con ostruzione uretrale ed uremia è invece riservata. La guarigione è da ritenere probabile se il flusso urinario è normale e la funzione renale riprende.

Prevenzione

E' stato dimostrato che risulta significativamente utile per la prevenzione della cristallizzazione della struvite acidificare l'urina. L'acidificazione urinaria si può ottenere modificando la dieta o ricorrendo alla somministrazione di farmaci.
E' importante inoltre il controllo del peso; l'obesità sembra essere un fattore predisponente per questa malattia.

(Da: Medicina felina manuale pratico – G.D. Norsworthy, S.K. Fooshe, L.P. Tilley)

Assicura il tuo cane!

www.24hassistance.com

News

Vaccinazione Antirabbica Obbligatoria

ATTENZIONE:
dal 19/02/2013 è stato revocato l'obbligo della vaccinazione antirabbica per tutti gli animali (cani, gatti e furetti) che andranno in Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia. Chiedere informazioni alle ASL delle regioni a statuto autonomo per eventuali proroghe della normativa.